Il tuo browser non supporta JavaScript!

Guerra e difesa

Test di cultura generale. Esercizi per tutti i concorsi militari

Massimo Drago

Copertina morbida

editore: ALPHA TEST

anno edizione: 2019

pagine: 158

Il volume rappresenta uno strumento di esercitazione aggiornato e completo su tutte le tipologie di quesiti di cultura generale oggetto degli esami di reclutamento delle Forze Armate e delle Forze di Polizia a ordinamento civile o militare. Per ciascuna materia, questo volume presenta un'esercitazione che consente di: verificare il livello della propria preparazione; calcolare il punteggio ottenuto e confrontarlo con una serie di valori medi di riferimento; approfondire singoli argomenti grazie ai commenti esplicativi che accompagnano gli esercizi. Una prova iniziale e una finale permettono di simulare lo svolgimento dell'esame ufficiale.
13,90

Volare alto. Appunti sulla felicità di un pilota delle Frecce Tricolori

Jan Slangen

Copertina morbida

editore: La nave di Teseo +

anno edizione: 2019

pagine: 184

Per Jan Slangen - già pilota e Comandante delle Frecce Tricolori - il volo rappresenta una metafora della vita. Per spiccare il volo, come per raggiungere i traguardi di ogni giorno, non bastano passione ed equilibrio, servono anche un paio di ali, reali o immaginarie, con cui realizzare i propri sogni. Questo libro è la storia di un bambino curioso e attento che arriva a guidare la squadra di piloti più ammirata al mondo. Sfrecciando tra le nuvole, Slangen impara a vivere con i piedi saldamente a terra: dalla nascita della sua vocazione, quasi per caso, al lungo addestramento, fino a disegnare evoluzioni mozzafiato con i colori della bandiera italiana. Un viaggio tra emozioni e paure raccolte qui per la prima volta, un racconto sulla realizzazione dei propri desideri, sulla forza della fantasia e sul rigore che richiede, sulla ricerca di una felicità che spesso è molto più vicina di quanto pensiamo. "Queste pagine sono una dichiarazione d'amore. Se scrivo, è per provare a spiegare perché il volo fa innamorare così tanto. E, soprattutto, perché è così bello quando siamo ricambiati. Ma anche perché librarsi in aria riempie come nessun'altra cosa; perché, da lassù, tutto sembra più chiaro - fuori e dentro di noi; perché anche le cose e le persone più lontane, all'improvviso, ci appaiono più vicine; e perché ogni cosa sembra trovare un senso, più autentico, più alto, più profondo.".
17,00

La legione straniera

Pierre Mac Orlan

Copertina morbida

editore: MEDUSA EDIZIONI

anno edizione: 2019

pagine: 170

Il 26 marzo 1863 un reggimento della Legione era sbarcato a Vera Cruz, in Messico. Un mese dopo, il 30 aprile, presso il villaggio di Camarón de Tejeda, i legionari, comandati dal capitano Jean Danjou, vennero attaccati e decimati dai nativi messicani guidati dal colonnello Francisco de Paula Milàn. Quella data e il luogo, Camerone, rappresentano il vero mito di fondazione della Legione straniera francese. Ogni anno a Aubagne, nell'entroterra della Costa Azzurra, dove ha sede il comando generale dei legionari e dove avvengono ancora oggi gli arruolamenti, si celebra quella data "sacrificale" e un simulacro in legno che raffigura la mano del capitano Danjou viene mostrato come una reliquia che fonda nel sangue la gloria dell'arma. Molto controversa è la storia della Legione fin dalla sua nascita nel 1831 per decreto di Luigi Filippo; ai quattro angoli del pianeta ha versato sangue proprio e dei suoi nemici, senza risparmiarsi crudeltà e gesti eroici. È un corpo speciale che raduna i "dannati della terra": delusi dalle rivoluzioni, gente in fuga dalla giustizia e altri alla ricerca di un lavoro per vivere in modo non troppo diverso dai mercenari. Uomini che non hanno origini comuni e valori patriottici da difendere, ai quali si attaglia molto bene il "vincere o morire". Ma è il loro riconoscersi come corpo e la mistica della guerra a mantenerli uniti e fedeli l'uno all'altro. Sono, a ben vedere, una espressione militare, forse la più singolare in Europa, dell'epoca coloniale. In questo breve saggio "storico" del 1933 uno dei più intriganti scrittori francesi, Pierre Mac Orlan, "avventuriero" della parola, ce ne restituisce un'immagine ancora "romantica", senza nascondersi i lati meno edificanti della Legione.
15,00

Teoria e pratica della guerra di guerriglia. 150 consigli ai guerriglieri del maestro militare di Castro

Alberto Bayo

editore: Pgreco

anno edizione: 2019

pagine: 118

La vittoria della rivoluzione cubana si deve a uomini come il generale Alberto Bayo, che hanno contribuito in maniera determinante alla fine della dittatura di Fulgencio Batista. Bayo è, durante la guerra civile spagnola, uno dei pochi ufficiali di carriera ad abbracciare la causa della Repubblica. Dopo la sconfitta emigra in Messico, dove conosce Fidel Castro, Che Guevara e altri componenti del Movimento 26 luglio, che addestra alle tecniche di guerriglia in vista della rivoluzione cubana. Si unisce ai guerriglieri e, a seguito della vittoria del movimento castrista, viene nominato generale dell'esercito cubano. Subito dopo, questo libro viene dato alle stampe e diffuso in duecentomila copie a Cuba. Vi troviamo 150 consigli di teoria e pratica della guerriglia, scritti da chi è riuscito ad addestrare e a portare alla vittoria la milizia popolare.
10,00

Le battaglie che cambiarono il mondo

Sergio Masini

Copertina rigida

editore: RUSCONI LIBRI

anno edizione: 2019

pagine: 720

Questo volume illustra come si sono svolte, e con quali conseguenze nella cultura delle nazioni, le principali battaglie della storia dell'umanità, analizzandone il retroterra culturale, filosofico e religioso, gli strumenti, le forze in campo, le cause e gli effetti politici, sociali ed economici. Da Maratona a Waterloo, da Canne a Lepanto, da Sedan fino alla Guerra del Golfo: attraverso alcune delle grandi battaglie che hanno sensibilmente modificato il corso della storia, gli autori delineano lo scenario che ha definito gli assetti politici e le concezioni strategiche e tecniche valide sino ad oggi. Oltre alla descrizione dei singoli eventi, il testo è corredato da importanti note storiche e bibliografiche e di accenni di come tale battaglia è stata trattata nella letteratura, nell'arte, nel cinema.
18,00

La filosofia del cannone e altri scritti di «psicologia del soldato»

Agostino Gemelli

Copertina morbida

editore: ETS

anno edizione: 2019

pagine: 172

Agostino Gemelli (1878-1959) prese parte alla Prima guerra mondiale nella triplice veste di cappellano militare, medico e direttore del Laboratorio psicofisiologico del Comando supremo dell'esercito. Nei suoi scritti la guerra diviene complessa metafora di una modernità sospesa fra scienza e religione. I saggi di Gemelli qui pubblicati illustrano la nascita e lo sviluppo della psicologia del soldato e la rilevanza che questa ebbe nel progressivo rafforzamento istituzionale e scientifico della psicologia, ma contengono anche le linee guida di quel rinnovamento neotomista della dottrina cattolica, il cui fine ultimo consisteva nel ridefinire la sfera esistenziale dell'uomo moderno attraverso un nuovo percorso pedagogico e culturale.
16,00

Il grande libro degli aerei da combattimento

Paolo Matricardi

Copertina morbida

editore: WHITE STAR

anno edizione: 2019

pagine: 455

"Il grande libro degli aerei da combattimento" parte dalle origini dell'aviazione militare ed è arricchito da foto d'epoca di piloti e macchine provenienti da un'era remota. Traccia l'evoluzione di queste devastanti opere tecnologiche, con sezioni dedicate all'ascesa del bombardiere, alla nascita del monoplano e al ruolo dell'elettronica e dei missili. Con il progredire della storia, il volume narra gli eventi drammatici dei conflitti passati e recenti combattuti nei cieli, sulla terra e sul mare, a partire dalla Prima guerra mondiale fino alla Guerra Fredda. Scoprirete i più potenti velivoli mai appartenuti a USA, Russia, Germania, Italia, Giappone e molto altro. Questo libro ampiamente illustrato termina con uno sguardo al futuro, sia in termini di aerei che di strategia. Nelle mani di un leader militare capace, queste armi sofisticate possono essere potenti quanto un intero esercito del passato.
29,90

Concorso VFP1. Accertamento psico-fisici e attitudinali. Volontari in ferma prefissata di 1 anno. Esercito, marina, aeronautica

Copertina morbida

editore: EDISES

anno edizione: 2019

pagine: 456

Il volume si rivolge a quanti vogliono prepararsi alla carriera nelle Forze Armate (Esercito, Marina e Aeronautica) in qualità di Volontario in Ferma Prefissata di 1 Anno e affronta il programma degli accertamenti dell'efficienza fisica, psico-fisica e attitudinale. Il testo, nelle prime pagine, fornisce indicazioni sulla figura professionale del VFP1 e sulle prove che il concorrente dovrà affrontare durante il percorso; successivamente sviluppa, in modo incisivo, i test attitudinali, proponendo numerosi test per l'esercitazione, i test della personalità più utilizzati da ciascuna Forza Armata per la valutazione delle varie aree psicologiche di indagine (MMPI, Test delle frasi da completare, Biografici ecc.) e il colloquio di selezione. Il contenuto di questo volume è, quindi, essenziale per la preparazione al concorso per Volontari in Ferma Prefissata di 1 anno.
20,00

Il peso delle armi. Rapporto di ricerca sui conflitti dimenticati

Copertina morbida

editore: Il Mulino

anno edizione: 2019

pagine: 333

La sesta edizione del Rapporto di Caritas Italiana sui conflitti dimenticati nel mondo esce in occasione del settantesimo anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, ed è pubblicata con la collaborazione di «Famiglia Cristiana», «Avvenire» e Miur-Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca. Il Rapporto approfondisce la presenza delle guerre nel mondo, con particolare attenzione ai conflitti dimenticati, lontani dai riflettori dell'arena mediatica internazionale. Il tema dell'edizione 2018 è quello delle armi e degli armamenti, affrontato da diversi punti di vista: la produzione e il commercio delle armi; il loro peso nel determinare i conflitti; il valore e il significato culturale delle armi nella cultura contemporanea, con particolare riguardo al mondo della comunicazione e della stampa; il grado di consapevolezza dei giovani e degli adulti. Su questi argomenti il volume riporta i risultati di un sondaggio demoscopico SWG condotto sulla popolazione italiana e gli esiti di due rilevazioni statistiche effettuate con la collaborazione del Miur, su un campione di studenti delle scuole medie inferiori, e dell'Agesci, su un campione di esploratori e guide scout. Alla stesura del testo hanno contribuito ricercatori di origine accademica ed esperti del mondo del volontariato, della Chiesa e del privato sociale internazionale. Rispetto ad altre opere sullo stesso tema, il Rapporto presenta il valore aggiunto dell'esperienza Caritas in tutte le aree del mondo con situazioni di emergenza e conflittualità. Questa edizione, in particolare, riporta i risultati di una ricerca condotta da Caritas Italiana sull'impatto umano e sociale delle mine in Bosnia e Kosovo. La Caritas Italiana è l'organismo pastorale della Chiesa italiana che opera dal 1971 per promuovere la testimonianza della carità e l'amore preferenziale per gli ultimi. Ciò si traduce in iniziative di educazione alla solidarietà, alla mondialità, all'interculturalità e alla pace; azioni di ricerca, sensibilizzazione e stimolo delle istituzioni e, se necessario, denuncia delle ingiustizie; interventi concreti di solidarietà locale o internazionale in situazioni di emergenza o sottosviluppo.
26,00

Militest. I test culturali e psicoattitudinali di ammissione alle scuole militari

Massimo Drago, Giuseppe Vottari, Giovanni De Bernardi

Libro

editore: ALPHA TEST

anno edizione: 2018

pagine: 368

Giunto alla 20ª edizione, Militest è da molti anni il volume per i candidati ai concorsi militari, in particolare per l'ammissione alle scuole superiori Nunziatella, Teulié, Morosini e Douhet e per il reclutamento di carabinieri e finanzieri. Contiene oltre 1000 domande risolte e commentate su tutte le materie dei programmi d'esame. Il libro è arricchito da utili informazioni sui criteri di selezione e fornisce indicazioni preziose sulle prove a test e su come affrontarle (uso ragionato del tempo a disposizione, tattiche risolutive, gestione delle domande più difficili, ecc.). L'esercitazione finale consente di mettersi alla prova simulando l'esame ufficiale. Argomenti: educazione civica, grammatica italiana, storia, geografia, test di logica e ragionamento, latino e greco, inglese, scienze, matematica, attualità.
18,90

Gli impuniti. I crimini in Siria e la mia lotta per la verità

Carla Del Ponte, Roland Schäfli

Libro rilegato

editore: Sperling & Kupfer

anno edizione: 2018

pagine: 195

«Non ho mai visto un conflitto così feroce, con tanti bambini torturati e uccisi.» Con parole accorate e indignate Carla Del Ponte si è dimessa, dopo cinque anni di lavoro, dalla commissione delle Nazioni Unite che indagava sulle violazioni dei diritti umani in Siria. Le prove degli eccidi commessi da Assad e dai suoi oppositori ci sono, sono state accumulate attraverso foto, immagini satellitari, rapporti medici; interrogando i profughi fuggiti in Iraq, Turchia, Giordania, Libano e gli operatori umanitari incontrati nelle zone di frontiera, perché l'accesso diretto al Paese è vietato. Ma per arrivare a istituire un tribunale occorre una volontà politica. Invece gli organismi internazionali distolgono lo sguardo e l'ONU è impotente. Di fronte al fallimento della missione, la combattiva magistrata che ha portato alla sbarra l'ex presidente serbo Milosevi? ha scelto la denuncia: della debolezza delle organizzazioni intergovernative, degli interessi strategici che bloccano i negoziati di pace, della disperata situazione delle vittime. In questo libro, Carla Del Ponte ha raccolto le strazianti testimonianze sulle torture subite dalla popolazione, attaccata ugualmente dal regime come dai ribelli e dai terroristi dell'ISIS. Ha raccontato, con parole asciutte e inflessibili, gli attacchi dell'artiglieria contro gli ospedali, i bambini addestrati a uccidere, le ragazze vendute come schiave che si impiccano con i loro veli. Un orrore quotidiano che non deve, secondo l'autrice, restare materia inerte nelle asettiche relazioni di osservatori e commissari. Se non è possibile, almeno per ora, incriminare i colpevoli e fare giustizia, almeno si rompa il silenzio.
16,90

La vanità della cavalleria

Stefano Malatesta

Libro

editore: BEAT

anno edizione: 2018

pagine: 270

La vanità è sempre stata una prerogativa della cavalleria e degli uomini in divisa. Nel 1525 Francesco I di Valois, alla testa della cavalleria francese durante la battaglia di Pavia, disarcionato rischiò di vedersi tagliare le mani dai lanzichenecchi e dagli uomini dei tercios spagnoli desiderosi di arraffare i suoi anelli. Trine, merletti e sete erano merce comune tra gli uomini della' cavalerìe' settecentesca. Durante la guerra dei sette anni, i francesi guidati dal principe di Soubise abbandonarono in fretta la cittadina di Gotha, lasciandosi dietro i propri bagagli, prontamente sequestrati dagli ussari di Hans Joachim von Zieten. Grande fu la sorpresa quando, una volta aperti i bauli, i soldati si trovarono davanti un guardaroba di lusso portato direttamente da Versailles: biancheria intima, mutandoni di seta dall'uso, per loro, così sconosciuto che mimarono una sfilata di moda infilandoseli sopra la testa. Friedrich Wilhelm von Seydlitz, una delle glorie della cavalleria prussiana, amava portare sul tricorno una spilla con diamanti e smeraldi cabochon. Qualche tempo dopo, quando Lord Brummel impose la "squisita originalità" del suo abbigliamento, fatto di giacche scure e pantaloni chiari, all'intero consesso di civili inglesi e poi europei, i colori divennero esclusivo privilegio dei militari. Durante feste e cerimonie i membri del governo e gli ufficiali civili sembravano becchini in trasferta, mentre i militari pavoni imbellettati. Nei secoli successivi la vanità dilagò tra le forze armate. Gli ufficiali austriaci vestiti sempre di bianco sono una delle immagini glamour che l'Ottocento ci ha lasciato. E il secolo che ci è alle spalle non è stato certo da meno. I Savoia che abbracciavano la carriera militare, come il duca d'Aosta, erano soliti portare cappelli fuori ordinanza: il più riuscito era di certo quello che amava indossare l'erede al trono Umberto II Savoia, chiamato «il pentolino», che andava perfettamente d'accordo con le immacolate ed elegantissime mollettiere portate coi calzoni da cavallo stretti al ginocchio. Gregor von Rezzori confessò che da giovanotto nullafacente fu tentato di militare nelle SS per ragioni puramente estetiche. Le SS avevano una divisa elegantissima con gli stivali più belli che si potessero immaginare, morbidi, lucidi e che davano un tocco particolare a tutto l'abito. Poi, fortunatamente, ci ripensò. Attraverso il brillante racconto della vanità della cavalleria e delle più celebri battaglie combattute a cavallo, dalla carica demenziale di Lord Cardigan a Balaklava, dove la Light Brigade venne sbaragliata dai cannoni russi, alla strage di Caporetto, Stefano Malatesta scrive un libro sulla guerra che non ha affatto il sentore di caserma e di burocrazia, ma appassiona come e più di un romanzo d'avventura.
9,90

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.