Il tuo browser non supporta JavaScript!

Infermieristica e servizi ausiliari

228,79

Principi fondamentali dell'assistenza infermieristica

Ruth F. Craven, Constance J. Hirnle

editore: CEA

anno edizione: 2013

pagine: 1584

La quinta edizione italiana del testo di Craven e Hirnle dedicato ai principi fondamentali dell'assistenza infermieristica, realizzata sulla settima edizione americana, si presenta decisamente rinnovata nella struttura e aggiornata nei contenuti. Anche questa edizione italiana presenta l'opera in due volumi che saranno commercializzati unitamente ma il primo volume ha subito una notevole modifica della struttura per ottimizzare la presentazione dei contenuti, in particolare per quanto riguarda i capitoli introduttivi iniziali. Inoltre, nel realizzare l'edizione italiana, sono stati individuati, con la collaborazione di docenti universitari che adottano il Craven per i loro corsi, cinque capitoli che sono stati esclusi dal volume cartaceo e che sono disponibili solo in formato digitale PDF su scienzeinfermieristiche.testtube.it. Si tratta di capitoli relativi ad argomenti non trattati in modo specifico nei corsi di adozione del Craven, che appesantivano il testo senza essere particolarmente utili ai docenti, o poco pertinenti alla realtà italiana o, ancora, ridondanti rispetto al resto del testo. Il secondo volume, invece, ha modificato di poco la sua struttura pur essendo stato aggiornato nei contenuti anche grazie all'entrata di una nuova autrice e all'aggiornamento alla versione 2012-2014 della tassonomia NANDA-I delle diagnosi infermieristiche alle versioni 2013 della classificazione NOC dei risultati infermieristici e della classificazione NIC degli interventi infermieristici. La presentazione dell'assistenza infermieristica clinica mantiene quindi la struttura basata sugli 11 modelli funzionali della salute di M. Gordon e il volume si presenta arricchito di tabelle, inserti e 82 procedure cliniche, oltre che di nuove mappe concettuali dedicate al processo infermieristico. Inoltre, con questa edizione è proseguito il lavoro di adattamento del testo americano alla realtà italiana, lavoro condotto da una equipe di esperti professionisti del settore infermieristico e della formazione.
123,00

Strumenti di management per i coordinatori delle professioni sanitarie

Annalisa Pennini

Libro in brossura

editore: McGraw-Hill Education

anno edizione: 2013

pagine: 289

A cosa serve un coordinatore? Perché le organizzazioni hanno bisogno di coordinamento? Fondamentalmente per tre ragioni: per far funzionare le cose (che ci sono già); per decidere cosa fare quando le cose non vanno come dovrebbero; per innovare (trovare nuovi modi per fare le cose). In altre parole il coordinatore è stato "messo lì" perchè: serve qualcuno che decida, decisioni piccole e grandi, per dare stabilità, per risolvere problemi; serve qualcuno che sviluppi strategie, progetti, persone, competenze e altro ancora. Tutto qui. Non proprio... A dire il vero, l'attività di coordinamento può essere svolta in vari modi e spesso è influenzata dalla professione di appartenenza, dal contesto, dal tipo e dalla durata della formazione manageriale, dalle caratteristiche personali. Esiste però anche un concetto di "universalità" della funzione di coordinamento, rappresentata dall'uso di metodi e strumenti condivisi. Il testo si concentra su cosa fanno i coordinatori e cosa utilizzano per lavorare partendo dai diversi possibili setting di coordinamento, si giunge alla parte dedicata agli strumenti, per chiudere con uno sguardo rivolto al futuro, sul mondo della lean organization, l'organizzazione snella, quale metodo innovativo per rivedere approcci, processi e modi di operare.
28,00

Ricerca e riabilitazione

Franco Franchignoni, Alessandro Giustini, Stefano Negrini

Libro in brossura

editore: MINERVA MEDICA

anno edizione: 2013

pagine: 224

39,00
28,00

Nursing clinico. Tecniche e procedure di Kozier

Audrey Berman, Shirlee Snyder, Christina Jackson

Copertina morbida

editore: EDISES

anno edizione: 2011

pagine: 912

56,00

Evidence-based clinical practice. La pratica clinico-assistenziale basata su prove di efficacia

CHIARI

Libro

editore: McGraw-Hill Education

anno edizione: 2011

pagine: 480

L'elemento più innovativo di questa seconda edizione è rappresentato proprio dal titolo, infatti si è voluto estendere a tutte le professioni sanitarie, e non più solo all'infermiere, l'esercizio di una pratica clinica basata su prove di efficacia. Il testo anche in questa nuova veste si propone come "guida operativa", infatti l''EBCP è un processo per mezzo del quale i professionisti sanitari assumono le decisioni cliniche utilizzando le migliori ricerche disponibili, la loro esperienza clinica e le preferenze del paziente. Tutti gli argomenti sia di metodologia e sia di pratica sono stati aggiornati dal team Centro Studi EBN di Bologna, che sono noti su tutto il territorio nazionale come i massimi esperti del settore, andando quindi ad eliminare argomenti obsoleti (cenni sulla nascita di internet, sintesi e chiavi di ricerca, aiuti e link) e andando a implementare argomenti come gli studi sperimentali o introducendo nuovi argomenti come la ricerca qualitativa. Inoltre in questa seconda edizione, il testo di arricchisce di nuovi collaboratori (statisti, logopedisti, fisioterapisti), questo per orientare il volume non solo agli infermieri, ma a tutte gli operatori delle professioni sanitarie.
41,00

Far teatro per capirsi. Introduzione alla teatroterapia

Walter Orioli

Copertina morbida

editore: Ipoc

anno edizione: 2011

pagine: 252

Questo libro, nato da un'esperienza trentennale di lavoro teatrale, coglie in profondità la funzione educativa del teatro per l'animo umano. L'interdisciplinarietà dell'approccio, lo stile mai pedissequo e le vivide testimonianze riportate delineano al contempo un metodo e una guida, mai oggettivi ma soggettivi, e la voglia dell'autore di far entrare altri nel proprio mondo, di contagiarli con il proprio entusiasmo, al fine di allargare il numero di persone che si trovano sullo stesso cammino.
16,00
16,00

La struttura e le competenze del continuum dell'assistenza infermieristica del consiglio internazionale degli infermieri

Libro

editore: CEA

anno edizione: 2010

pagine: 64

L'ICN ha lanciato la sua nuova serie di Documenti sulla regolamentazione con l'intento di offrire un punto di riferimento da utilizzare per rivedere le disposizioni esistenti. La struttura e le competenze del continuum dell'assistenza infermieristica delinea le competenze associate agli operatori di supporto, all'infermiere pratico, all'infermiere specializzato e a quello di assistenza infermieristica avanzata. Serve per definire meglio la gamma di capacità, responsabilità,autorità e relazioni che intercorrono tra il personale infermieristico e quello di supporto. Costituisce uno strumento per interpretare i livelli di responsabilità e di accountability attraverso i sistemi sanitari e le giurisdizioni;aiuta a valutare e a gestire l'introduzione di innovazioni o cambiamenti nei ruoli e nelle responsabilità infermieristiche. Infine, opera come una guida per la formulazione o revisione delle competenze a livello nazionale o giurisdizionale. Il Continuum può essere utilizzato come punto di partenza per lo sviluppo di una guida più dettagliata in grado di orientare lo sviluppo di curricula, identificando le conoscenze sottese e le abilità richieste per raggiungere le competenze identificate.
12,50

Arte terapia. La prospettiva psicodinamica

Mimma Della Cagnoletta

Libro in brossura

editore: Carocci

anno edizione: 2010

pagine: 255

Questo testo presenta il campo teorico dell'arte terapia a indirizzo psicodinamico, la sua metodologia e alcune delle applicazioni pratiche maggiormente utilizzate in Italia. L'arte terapia, nata negli anni quaranta nei paesi anglosassoni, si è via via sviluppata nel resto del mondo, anche se in molti paesi, come in Italia, non è ancora una professione riconosciuta dallo Stato. L'approccio psicodinamico all'arte terapia si fonda sull'integrazione tra l'esperienza della dimensione sensoriale e quella simbolica. Si basa inoltre sul presupposto che il prodotto artistico e il processo creativo siano contenitori e organizzatori di affetti, attraverso i quali è possibile affrontare situazioni difficili e momenti di cambiamento. Nella metodologia dell'arte terapia si intrecciano le conoscenze specifiche dei materiali artistici e dell'arte visiva, con i principi di base della relazione terapeutica sia a livello individuale che di gruppo. Le applicazioni pratiche vanno dalla prevenzione alla cura. Delineandone i principi teorici, il linguaggio specifico e gli ambiti di applicazione, si intende proporre la rilevanza attuale della figura professionale dell'arte terapeuta in un discorso multidisciplinare.
25,00

Metodo Mézières «rivoluzione in fisioterapia». Storia, teoria e pratica dell'ideatrice della rieducazione posturale

Michaël Nisand

Copertina morbida

editore: Fisiocorsi

anno edizione: 2010

pagine: 288

Françoise Mézières propone non una variante di ciò che si faceva ma un vero e proprio sistema di pensiero che genererà nuove tecniche terapeutiche, tanto che c'è chi, nella storia della fisioterapia, non esita a considerare un "pre" e un "post" Mézières. Non si tratta di un'evoluzione, ma di un'autentica rivoluzione. Françoise Mézières definisce un concetto del tutto nuovo, quello di catena muscolare. Il metodo mira a restaurare la morfologia normale e, per farlo, propone come mezzo terapeutico un insieme di posture correttive di allungamento delle catene muscolari.
35,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.