Il tuo browser non supporta JavaScript!

Interesse locale, storia familiare, ricordi

Il volo dell'Adler

Hanspeter Demetz

editore: Athesia

anno edizione: 2019

pagine: 182

25,00

Streghe e preti in Valdichiana

Albo Fregoli

Copertina morbida

editore: C&P Adver Effigi

anno edizione: 2019

pagine: 196

Frutto di una certosina ricerca archivistica, soprattutto negli archivi storici di Chianciano Terme, dell'Archivio di Stato di Siena e dell'Archivio Diocesano di Chiusi, il testo illumina alcuni aspetti del pensiero, della morale, della vita delle popolazioni di Chianciano e della Valdichiana "inferiore", a metà Cinquecento. Si tratta di un periodo cruciale di passaggio, tra il Medioevo e l'epoca moderna, tra crescita, sviluppo e la decadenza che seguì alle distruzioni di tre anni della guerra di Siena, tra autogoverno "protetto" e sottomissione al nascente Granducato assoluto di Cosimo I e alla Chiesa post-tridentina. Il lettore si affaccia ad una finestra aperta su alcuni elementi costitutivi dei rapporti socioeconomici, sul funzionamento reale delle nuove istituzioni medicee, sulla cultura e sulle regole comportamentali moderne; una finestra aperta sulle radici profonde della società moderna e contemporanea, di queste zone. Dal punto di vista personale è la soddisfazione di curiosità per alcune storie, rimasta inappagata da trent'anni, quando, nel 1990, con Berti e Angeli demmo alle stampe Sorella Acqua, e dovemmo tralasciare tanti spunti di ricerca.
16,00

Montalcino nel quattrocento. Lo Statuto dei danni dati e degli straordinari (1452): edizione e note storiche

Federica Viola

Copertina morbida

editore: C&P Adver Effigi

anno edizione: 2019

pagine: 270

Il volume di Federica Viola presenta l'edizione dello statuto dei danni dati e degli straordinari della comunità di Montalcino (1452). Muovendo da esso vengono illustrati, con il ricorso ad una vasta documentazione inedita che si aggiunge alla testimonianza dello statuto, aspetti centrali e poco conosciuti della vicenda storica ilcinese quattrocentesca. A temi riguardanti la storia politico-istituzionale, altri si affiancano aventi riferimento alla storia economica e sociale. Una prefazione di Alfio Cortonesi valorizza le informazioni di carattere storico-agrario contenute nello statuto edito.
15,00

Milanesi per sempre. Viaggio emozionale nel cuore meneghino

Copertina morbida

editore: EDIZIONI DELLA SERA

anno edizione: 2019

pagine: 180

Milanesi si nasce e si diventa. Chiunque a Milano riesce a ritagliarsi una propria dimensione. Oltre i navigli, oltre il Duomo, oltre il Castello, Milanesi per sempre porta il lettore a rivivere il legame fra passato presente e futuro della città meneghina, una città dai mille aspetti, un melting pot che dà vita ad un unico popolo fatto di popoli. Prefazione di Wilma De Angelis. Postfazione di Elio Franzini.
12,00

La storia di Brera-Garibaldi. Dalla preistoria ai giorni nostri

Copertina morbida

editore: Typimedia Editore

anno edizione: 2019

pagine: 240

Brera-Garibaldi più che un quartiere è un gigante che tiene un piede sulle mura di epoca romana e l'altro sui grattacieli di Porta Nuova. Come Venere, il quartiere è nato dal mare. Seguendo una cronologia che va dalla preistoria ai giorni nostri, il volume svela che dietro il nome di Brera c'è il Guercio con il suo podere e che il corso è stato intitolato a Garibaldi quando l'eroe dei Due Mondi era ancora in vita. Il viaggio nel tempo passa da San Simpliciano, costruita apposta lì per cancellare il culto in un cimitero pagano; tocca l'Incoronata nata come singola chiesa e poi raddoppiata per farla diventare la basilica degli sposi Bianca Maria Visconti e Francesco Sforza e racconta la leggenda delle tre colombe che volarono da via Garibaldi per posarsi sul Carroccio di Alberto da Giussano. Il volume riporta ai tempi in cui c'erano Porta Comasina, le contrade del Passetto, Sant'Anna, Santa Febronia, San Carpofaro e la malfamata via del Guasto. Attraverso le pagine, il lettore rivede i luoghi dove hanno vissuto Cesare Beccaria, Giuseppe Parini, Alessandro Manzoni e tutti gli artisti che hanno gravitato tra Brera e il Giamaica.
14,90

Gorizia tra le nuvole. Un itinerario tra monti e città

Andrea Bellavite

Copertina morbida

anno edizione: 2019

pagine: 136

Gorizia e i "Tre monti goriziani" (San Gabriele, Sabotino, Monte Santo) sono i protagonisti di questo libro, scritto da Andrea Bellavite e illustrato dalle fotografie di Massimo Crivellari per presentare il territorio attraverso i luoghi della bellezza e dell'arte, i campi di battaglia e i cimiteri di guerra, te reti che hanno diviso i popoli e i muri abbattuti in una nuova stagione di concordia e di pace, il verde dei boschi, il grigio delle pietraie carsiche, il colore smeraldo dei corsi d'acqua. Risuonano tra le righe le voci dei filosofi, il passo cadenzato dei soldati, il mormorio della preghiera dei pellegrini, il sommesso brusio degli studiosi, la bellezza delle diverse lingue. Si tratta di una guida per chi può e vuole cimentarsi in un trekking originale e istruttivo; per ogni lettore sarà un manuale per essere introdotti net mondo della conoscenza di una realtà complessa e affascinante come quella di Gorizia.
24,00

Il complesso dell'Annunziata. Sette secoli di arte, storia, accoglienza

Franca Della Ratta

Copertina morbida

editore: Guida

anno edizione: 2019

pagine: 265

Il tesoro dell'Annunziata, di anno in anno, pezzo dopo pezzo, è stato donato da regine e sovrani, da cittadini di ogni ceto per aiutare i propri simili, per donare un sorriso a chi ne aveva tanto diritto, per voto a quella Madonnina così cara al nostro popolo. Ma l'Annunziata non è solo questo, è anche un forziere che più di ogni altro monumento racchiude la memoria storica di Napoli, un tesoro di opere d'arte di epoche e stili diversi, uno scrigno che, chiuso con una ferrea chiave, nasconde gelosamente l'origine misteriosa di migliaia di vite umane.
15,00

Pontelandolfo 1861. Tutta un'altra storia

Giancristiano Desiderio

Libro in brossura

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2019

pagine: 147

L'incendio di Pontelandolfo è diventato nel tempo l'eccidio di Pontelandolfo. I morti, che gli archivi dicono essere stati 13, sono aumentati e lievitati ad ogni nuova pubblicazione sul tema. Tuttavia, la storia racconta tutta un'altra storia. Infatti, la tradizione su quei tragici eventi ci ha consegnato due dati: il racconto e il numero delle vittime. Si tratta di due dati tra loro in contrasto. Allora, cosa si è cercato di fare? Di cercare il numero più alto di vittime possibile: centinaia, migliaia (come ha fatto, ad esempio, Pino Aprile). Sennonché, la ricerca dei documenti ha sempre confermato il numero dei morti. A questo punto, andava fatto il procedimento inverso: andava messo in questione il racconto dei fatti che addirittura risale allo storico borbonico De' Sivo. Ma questa strada non è stata mai intrapresa. Qui si fa per la prima volta e con risultati che finalmente ci danno un racconto coerente con i documenti.
14,00

La vera storia della Città del Fiore

Alberto Nocentini

Libro in brossura

editore: Edizioni Clichy

anno edizione: 2019

pagine: 153

Concepito come un pamphlet satirico, "La vera storia della Città del Fiore" si articola in quindici capitoli, ciascuno dei quali costituisce un episodio autosufficiente. L'elemento che tiene insieme e dà uno svolgimento alla narrazione è la figura di Farfarello, il demone burlone e dispettoso, il cui intervento mette sottosopra tutte le situazioni, facendo emergere gli aspetti tipici del nostro malcostume: vanità, ipocrisia, mistificazione. Lo scenario degli eventi è Firenze, città emblematica sia per essere sempre sotto i riflettori dell'attenzione internazionale sia per rappresentare efficacemente alcuni dei nostri tormentoni nazionali. Come si evince dai titoli dei capitoli, frequenti sono i richiami diretti all'arte e alla letteratura fiorentina, due eccellenze che una sana smitizzazione restituisce a una dimensione più accessibile; la terza eccellenza conclamata, il vino, è costantemente presente attraverso i nomi posticci dei vari personaggi, tutti ispirati alla viticoltura. Lo stile è sostenuto, perché Farfarello è un demone cólto e navigato e detesta la banalità; le intemperanze ricorrenti vanno lette come segni d'insofferenza, a cominciare dagli anglismi, forzatamente adattati alla pronuncia e alla grafia dell'italiano.
15,00

Le vicende storiche di Eclano, Quintodecimo, Acquaputida, Mirabella

Antonio Ferri

Libro in brossura

editore: ROGIOSI

anno edizione: 2019

pagine: 133

L'Irpinia: terra d'incontaminata bellezza, tanto incantevole quanto "selvaggia", abitata dall'antica tribù degli Irpini, uno dei quattro maggiori gruppi che componevano il popolo dei Sanniti, che lega il suo nome all'animale sacro di questa popolazione: il lupo, "Hirpus" in lingua osca, simbolo del dio Marte. In questo volume l'autore ripercorre tutta la storia di questa terra abbracciata dal verde e costellata di preziosi luoghi d'interesse, scorci spettacolari, dove ogni angolo racconta storie e si fa specchio di un'antica saggezza, di duro lavoro e di devozione. Una ricostruzione storica, dall'orogenesi al Risorgimento, di tutta l'area comprendente, in particolare, Eclano, Mirabella, Quintodecimo, Acquaputida, Ariano.
15,00

Palermo. Guida semiseria tra i vicoli del cuore

Eleonora Iannelli

Copertina morbida

editore: Navarra Editore

anno edizione: 2019

pagine: 135

Questo libro è una dichiarazione d'amore a una città strepitosa, da colpo di fulmine. Vi condurrà per mano, mostrandovi ciò che non avete mai visto o che avete sotto il naso da sempre ma non conoscete veramente. Sulle tracce della Panormus punico-romana, della Balarm verde e lussureggiante degli Arabi, della Balermus dei grandi sovrani normanni. In giro nella città della Controriforma e dell'Inquisizione, del barocco abbagliante, della peste che ammorba e della devozione popolare che salva. Alla scoperta di uno dei centri storici più estesi d'Europa, negli antichi mandamenti, tra i suggestivi vicoli. Ci addentreremo nei Vicoli della bellezza, nei Vicoli della bontà e, ahinoi, anche nei Vicoli del malcostume, ovvero le tre parti in cui è articolato il libro. Nei meandri di palazzi sfarzosi, camere dello scirocco, cripte e passaggi sotterranei, chiostri e bagni purificatori, incontreremo cavalieri e nobili dame, conti farlocchi, monache mondane, giustizieri incappucciati e mummie, protagonisti di aneddoti storici o leggendari, dei quali ogni balata serba il ricordo. Sindrome di Stendhal e anche peccati di gola: nei Vicoli della bontà, ecco il trionfo della migliore tradizione culinaria, l'eccellenza siciliana e palermitana in particolare. Nei Vicoli del malcostume, ci imbatteremo invece in ciò che non fa onore a città: vezzi e difetti nostrani, di chi ha l'allergia alle regole civili, si gira dall'altro lato o semplicemente non riesce ad affrancarsi dall'atavica lagnusìa. Il segreto per amare Palermo? Una singolare autoterapia.
12,00

Terra nostra. Storia di Ostuni

Giuseppe Palma, Giuseppe Francioso

Copertina morbida

editore: GDS

anno edizione: 2018

pagine: 84

Il titolo del libro, Terra Nostra, non è casuale. Ostuni è definita in tal modo nel 1304 da Filippo I d'Angiò, principe di Taranto. La prefazione è a cura del prof. Donato Coppola, paletnologo ostunese di fama internazionale che il 24 ottobre 1991 scoprì in Ostuni la mamma più antica del mondo, i cui resti risalgono a circa 28 mila anni fa. Postfazione a firma dell'avv. Michele Conte, presidente del Museo di Civiltà Preclassiche della Murgia meridionale. Il saggio storico ripercorre tutta la storia di Ostuni dal Mille a.C. fino alla metà del secolo scorso (preceduta da un paragrafo introduttivo sul ritrovamento dei resti della Donna di Ostuni), con particolare approfondimento del periodo medievale.
8,90

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.